Perché dovremmo venerare gli dči, se non si occupano di noi?  

 

“Dio - sostengono (gli Epicurei) - pensa continuamente di essere felice; infatti non ha nient’altro cui pensare1”. Immagina, dunque, e prova a raffigurarti2 un Dio che non pensa ad altro in tutta l’eternitŕ se non “io me la passo bene” e “io sono felice”! “Ma Epicuro ha scritto anche dei libri sulla santitŕ, sulla devozione verso gli dči”. Ma qual č il motivo per cui sostieni che gli dči devono essere venerati dagli uomini, dal momento che gli dči non solo non si occupano degli uomini, ma in assoluto non si occupano di nulla, non fanno nulla? “Ma la loro č una natura straordinaria ed eccelsa, tanto che essa stessa di per sé deve indurre il saggio a venerarla3.” Puň forse esserci qualcosa di straordinario in una natura tale che, beandosi del suo piacere, non farŕ mai, né fa, né ha fatto (mai) nulla? Inoltre, che devozione č dovuta a uno4 dal quale non hai ricevuto niente, o che cosa in assoluto puň essere dovuto a uno che non ha alcun merito5? La santitŕ č la scienza del venerare gli dči: ma per quale motivo siano da venerare non (lo) capisco, se non si riceve né si spera da essi alcun bene6. E perché dovremmo venerare gli dči per l’ammirazione (nei confronti) di una7 natura in cui non vediamo nulla di straordinario? E poi, č facile liberare (la gente) dalla superstizione, - (cosa) di cui siete soliti vantarvi - una volta che tu abbia eliminato8 tutta la potenza degli dči! Le vostre teorie eliminano non solo la superstizione, in cui č insito un vano timore degli dči, ma anche la religione, che consiste in9 un devoto culto degli dči. Perché?, Coloro che dissero che tutte le credenze10 sugli dči immortali sono state inventate dagli uomini sapienti per ragioni politiche, non hanno forse eliminato fin dalle radici ogni senso religioso?

 

 

 

 

I congiuntivi:

 

agitet = congiuntivo “falso” (caratterizzante);

dicas = congiuntivo “falso” (caratterizzante);

colant, curent, agant = congiuntivi “veri” (cum narrativi, valore causale);

debeat = congiuntivo “vero” (consecutiva);

actura sit, agat, egerit = congiuntivi “veri” (relative improprie consecutive);

acceperis = congiuntivo “falso” (caratterizzante);

sit = congiuntivo “falso” (caratterizzante);

sint = congiuntivo “vero” (interrogativa indiretta);

veneremur = congiuntivo “falso” (caratterizzante); di fatto ha la stessa funzione di un congiuntivo dubitativo di proposizione principale, perché quid est quod corrisponde alla resa dei conti a cur, perň le grammatiche lo classificano come caratterizzante, in quanto la principale č quid est;

sustuleris = congiuntivo “vero” (cum narrativo, valore temporale); nulla vieta perň che abbia anche un valore eventuale, come il contesto sembra suggerire (“una volta che tu eventualmente abbia eliminato…”).

 

 


Torna alla versione in latino

 
Clicca qui per tornare alle altre versioni tradotte e commentate



Nota 1
n
ient’altro che agiti in mente; 

Torna su

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Nota 2
comprendi con la mente e poni(ti) davanti agli occhi; 

Torna su

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Nota 3
attrarre il saggio a venerare se stessa; 

Torna su

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Nota 4
a colui;

Torna su

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Nota 5
colui di cui nessuno č il merito; 

Torna su

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Nota 6
non essendo ricevuto né sperato da essi alcun bene;

Torna su

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Nota 7
quella; 

Torna su

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Nota 8
avendo tu eliminato = dopo che tu abbia eliminato;

Torna su

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Nota 9
č contenuta da; 

Torna su

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Nota 10
tutta l’opinione.

Torna su