Traduzione

Su

Bruciò tutte le lettere che c'erano, perché non fossero (causa) di pericolo o di danno per nessuno agli occhi del vincitore. Divise anche tra le persone di casa il (suo) denaro, secondo la disponibilità presente. E così preparato e risoluto ormai a morire, poiché nel frattempo c'era stato un tumulto, disse: "Aggiungiamo ancora questa notte alla nostra vita", e proibì che si facesse violenza ad alcuno; e lasciando aperta la (sua) camera fino a tardi per chiunque volesse1 recarsi (da lui), si mise a disposizione di tutti2. Dopo ciò, placata la sete con un sorso di acqua fresca, afferrò due pugnali, e, tastata la punta di entrambi, dopo aver(ne) nascosto uno sotto il cuscino (e dopo aver) chiuso la porta, dormì di un sonno profondissimo. Svegliatosi infine verso l'alba, con un sol colpo si trafisse sotto la mammella sinistra, e quando (i suoi amici) fecero irruzione al (suo) primo gemito, ora nascondendo, ora mostrando (loro) la ferita3, morì, e fu subito seppellito - così infatti aveva disposto - nel trentottesimo anno d'età e nel novantacinquesimo giorno del suo impero.

Soluzione dell'esercizio:

gli ablativi assoluti sono:

tumultu inter moras exorto (valore causale);

patente cubiculo (valore temporale);

sedata siti (valore temporale);

explorata utriusque acie (valore temporale);

foribus adopertis (valore temporale).

Non è invece, probabilmente, un ablativo assoluto irrumpentibus ad primum gemitum, non solo perché risulterebbe privo di soggetto, ma anche perché è da considerare più probabilmente un dativo retto da celans e da detegens.

 

Torna su

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 


Nota 1
essendo aperta la (sua) camera fino a tardi se qualcuno volesse;

Torna su



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nota 2
offrì disponibilità di sé;

Torna su

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nota 3
a coloro che facevano irruzione al (suo) primo gemito ora nascondendo, ora rivelando la ferita.

Torna su