Traduzione

Torna su

Se vuoi credere a coloro che penetrano più profondamente la verità, tutta la vita è un supplizio. Gettàti in questo mare profondo e tempestoso, agitato da alterne maree, e che ora ci solleva con improvvise impennate1, ora ci precipita giù con danni maggiori (dei presenti vantaggi) e senza sosta ci sballotta, non stiamo mai fermi in un luogo stabile, siamo sospesi e fluttuiamo e urtiamo l’uno contro l’altro, e talvolta facciamo naufragio, sempre (lo) temiamo; per chi naviga in questo mare così tempestoso ed esposto a tutti i fortunali, non vi è altro porto che la morte. Perciò non guardar male (la condizione di) tuo fratello: è in pace. Finalmente è libero, finalmente sicuro, finalmente eterno. Ora (egli) gode del cielo libero e aperto; da un (luogo) oscuro e basso è volato2 in quel luogo, qualunque esso sia, che accoglie nel suo grembo beato le anime scioltesi dalle catene, e ora vaga liberamente e contempla, con immenso piacere, tutti i beni della natura. Ti inganni: tuo fratello non ha perso la luce, ma (ne) ha trovata (una) più vera.

Soluzione dell'esercizio: il congiuntivo velis ha valore eventuale e navigantibus è dativo di interesse.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Nota 1
accrescimenti;

Torna su



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nota 2
si è sprigionato.

Torna su