Il contadino e i suoi figli - da Esopo

Un contadino, stando per abbandonare la vita e volendo che i suoi figli acquisissero esperienza dell'agricoltura, li chiam˛1 (a sÚ) e disse1 (loro): "Figli miei, io ormai sto uscendo dalla vita: voi, per˛, cercate ci˛ che Ŕ nascosto nella vigna e prendete tutto". Essi dunque, pensando che lÓ ci fosse da qualche parte un tesoro, dopo la morte del padre zapparono1 tutta la terra del vigneto. E non trovarono1 (nessun) tesoro, ma la vigna, ben zappata, produsse frutti in abbondanza2. La favola insegna che il lavoro3 Ŕ un tesoro per gli uomini.

Soluzione dell'esercizio:

La relativa prolettica Ŕ: .
Letteralmente il periodo suona: "le cose che sono nascoste nella vigna, cercate(le)"; in

italiano per˛ Ŕ opportuno anticipare la principale

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Nota 1 

letteralmente Ŕ presente.

Torna su

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nota 2 

produce il frutto abbondante (complemento predicativo dell'oggetto);

Torna su

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nota 3 

la fatica.

Torna su