Nota 1 - latino

Sideribus e placido mari sono complementi di causa. L'impressione lirica che promana da questo inizio di paragrafo è accentuata dal fatto che le prime parole, da noctem a mari, costituiscono un esametro dattilico (un po' irregolare: cfr. ad es. placidö).


Torna al menu


















Nota 2 - latino

Nella suddivisione del periodo in proposizioni abbiamo invertito ad e convincendum per esigenze di analisi. Si tratta di una proposizione finale espressa con ad e il gerundivo.

Torna al menu


















Nota 3 - latino

-ëre = -ërunt.

Torna al menu


















Nota 4 - latino

Quis = quibus.

Torna al menu


















Nota 5 - latino

Attenzione! Cubitantis è sicuramente genitivo, ma reclinis? Il successivo per gaudium indica un complemento di modo.

Torna al menu


















Nota 6 - latino

Cum inversum: indica un fatto improvviso e inaspettato. La frase che introduce è solo in apparenza una temporale: infatti logicamente la vera proposizione temporale dovrebbe essere la principale, ma invertendone l'ordine si crea un effetto di suspence (uno scrittore di gialli non direbbe: "quando stava entrando in casa, all'improvviso udì un rumore alle sue spalle", ma: "stava entrando in casa, quando all'improvviso udì un rumore alle sue spalle").

Torna al menu


















Nota 7 - latino

Ablativo assoluto.

Torna al menu


















Nota 8 - latino

Infinito storico o narrativo: conferisce maggior drammaticità alla proposizione introdotta dal cum inversum.

Torna al menu


















Nota 9 - latino

Sottinteso est.

Torna al menu


















Nota 10 - latino

È bene considerare eminentibus parietibus non come ablativo assoluto, bensì come ablativo di causa efficiente giustificato dalla presenza del verbo passivo.

Torna al menu


















Nota 11 - latino

Il comparativo seguito da quam ut + congiuntivo (se ut è seguito da un pronome personale o dimostrativo si avrà quam qui, quae, quod + cong.) indica la sproporzione di una qualità rispetto ad una certa cosa; si traduce con "troppo... per..." (es.: fortior quam ut vincatur = "troppo forte per essere vinto"). La frase introdotta da ut è una consecutiva.

Torna al menu


















Nota 12 - latino

Nel latino postclassico omnibus può essere anche neutro: dunque "tutti erano turbati" oppure "tutto era turbato"; il senso generale non cambia di molto.

Torna al menu


















Nota 13 - latino

Variatio: all'ablativo assoluto causale è coordinata una causale esplicita.

Torna al menu


















Nota 14 - latino

Visum (est) ha qui costruzione impersonale e non significa semplicemente "sembrare", bensì... ?

Torna al menu


















Nota 15 - latino

Sottinteso navem.

Torna al menu


















Nota 16 - latino

Sottinteso fuit. Ipsis è dativo di possesso, in rem subitam complemento di fine. Nota la variatio nella coordinazione correlativa neque... et...

Torna al menu


















Nota 17 - latino

Nella suddivisione del periodo in proposizioni abbiamo invertito imprudentia e dum per esigenze di analisi. Il concetto espresso dal termine imprudentia viene interpretato da alcuni come "sconsideratezza", da altri come "ignoranza": ne risultano due possibilità di traduzione.

Torna al menu


















Nota 18 - latino

Clamitat regge prima una proposizione oggettiva, poi una completiva con ut + congiuntivo, in quanto nel primo caso Acerronia fa una affermazione, nel secondo esprime una richiesta di aiuto.

Torna al menu


















Nota 19 - latino

Il presente indicativo si giustifica con la presenza di dum; in italiano però dovrai tradurlo regolandoti sul tempo della principale; i presenti successivi, conficitur e infertur, sono storici e puoi renderli con il passato remoto.

Torna al menu


















Nota 20 - latino

Eo è un avverbio di modo. Qui minus, come spesso, equivale a non.

Torna al menu


















Nota 21 - latino

Nella suddivisione del periodo in proposizioni l'inciso è stato spostato dalla sua sede per chiarezza di analisi.

Torna al menu